Viaggio Studio a Trento

PROGRAMMA

 

Sabato 19 ottobre

• ore 7.00 partenza da Pistoia (parcheggio Breda) con bus Maresca Viaggi. Arrivo previsto ore 10,30, circa.Il sabato a Trento prevede: Visita libera alla città
• Visita, per le persone interessate, ad un servizio per l’infanzia che accoglie una mostra, curata dalla Cooperativa La Coccinella di Trento in collaborazione con la nostra associazione.
•Visita, facoltativa, alla mostra Sangue di drago squame di serpente; animali fantastici nel Castello del Buonconsiglio.
•Visita al museo della scienza MuSe, progettato da Renzo Piano consigliato anche per bambini e ragazzi.
•Cena libera, oppure, per chi vuole cenare c/o il ristorante del l’hotel consigliatissimo per la buona cucina trentina. E’ necessario prenotarsi al momento dell’adesione alla gita.
•Pernottamento e colazione presso l’hotel Everest (3 stelle) di Trento.

 

Domenica 20 ottobre

• ore 9 partenza in autobus per Borgo Valsugana
• ore 10 visita guidata dal curatore ad Arte Sella.
•Pranzo libero. Ore 18 partenza per Pistoia, arrivo previsto ore 22 circa

 

Quota di partecipazione individuale € 120,00 a persona. Per bambini e ragazzi dai 3 ai 12 anni (in camera con i due genitori) terzo letto €. 65,00 Supplemento singola €. 28,00

 

La quota prevede l’iscrizione, il pernottamento in hotel in trattamento di B/B, il viaggio in bus, e la guida per Arte Sella. In caso di assenza la quota di iscrizione verrà restituita solo se sarà possibile la sostituzione con un nuovo partecipante. La quota non prevede ingressi ai musei a mostre o altro, Le adesioni devono pervenire entro il 30 di settembre 2013. Modalità di pagamento: bonifico bancario intestato a Associazione Crescere, Banca di Pistoia c/c 514891 - IBAN: IT34M0848613802000000514891 causale: viaggio studio a Trento – Arte Sella

 

PRENDI NOTA

APPUNTI DI VIAGGIO

Sangue di drago, squame di serpente.
Castello del Buonconsiglio. 10/08/ 2013 – 6/01/2014.

Sarà un enorme drago realizzato dallo scenografo-scultore Gigi Giovanazzi a dare il benvenuto al visitatore.
La rassegna è organizzata in collaborazione con il Museo Nazionale Svizzero, nelle magnifiche sale del Castello del Buonconsiglio consente di scoprire e conoscere attraverso affreschi, dipinti, sculture, arazzi e preziosi oggetti d’arte, un mondo fatto di unicorni, draghi, centauri, grifoni, basilischi, sfingi, serpenti e animali fantastici e inconsueti che ricorrono costantemente nella mitologia e anche nella iconografia del castello.
Si potranno ammirare anche dipinti, con capolavori di Tiziano e Tintoretto, sculture rinascimentali, magnifici arazzi con scene marine provenienti dagli Uffizi e da Palazzo Pitti, preziosi monili d’ oro, oggetti archeologici, oltre a filmati e scenografie emozionanti.
In una sala il visitatore sarà immerso in un atmosfera fantastica dove draghi tridimensionali gli si materializzeranno davanti provocando un forte impatto emotivo.

 

 

Museo delle scienze MuSe

Nel panorama italiano, il MuSe, nuovo museo delle scienze di Trento, è un modello di innovazione: esposizioni bizzarre e affascinanti, interattività, percorsi nella natura di milioni di anni fa... Tutto è pensato per catturare e trattenere i visitatori. Michele Lanzinger, direttore del MuSe e anima del progetto, scrive:. «Il MuSe è anche uno science center, come quelli che sorgono in altri Paesi, in cui i visitatori, dai bambini agli adulti, possono avvicinarsi al materiale esposto, interagire con esso e imparare molto di più di quanto non accada quando sono portati davanti alle solite vetrine polverose. La bellezza di certi elementi naturali la capisci solo se ci metti le mani»
M. Lanzinger

 

Arte Sella

Arte Sella è una manifestazione internazionale di arte contemporanea nata nel 1986, che si svolge all’aperto nei prati, nei boschi della Val di Sella (comune di Borgo Valsugana, provincia di Trento). Il progetto artistico vuole essere non solo un’ esposizione qualificata di opere d’arte, ma anche e soprattutto un processo creativo: l’opera è seguita giorno per giorno nel suo crescere e l’intervento dell’artista deve esprimere il rapporto con la natura basato sul rispetto, traendo da essa ispirazione e stimolo. Le opere sono generalmente tridimensionali, perché ottenute con sassi, foglie, con rami o tronchi; più raramente sono utilizzati oggetti, materiali o colori artificiali e sono collocate all’aperto: il visitatore può così vedere le opere e allo stesso tempo godere delle particolarità ambientali del luogo (diversi tipi di bosco, presenza di rocce, di alberi monumentali...).

Si raccomandano scarpe comode.